04 feb 2010

Credo nel creativo?

Chi fa un lavoro creativo alzi la mano.
Fare un lavoro creativo è faticoso, soprattutto se sei all'ultimo gradino della scala.
Fare un lavoro creativo è creativo sempre. Cioè devi essere creativo anche per digitare una virgola, fare pipì e portare a spasso il cane.
Fare un lavoro creativo aumenta le probabilità di avere la gastrite.
Fare un lavoro creativo ti fa chiedere ogni giorno perchè hai scelto di fare un lavoro creativo.
Fare un lavoro creativo toglie ore di sonno quando hai un compito creativo da svolgere il giorno successivo.

Però io ci credo, nel creativo. Ci credo e ci crepo.

20 commenti:

teodor ha detto...

anche io faccio un lavoro creativo, mi piace tanto... peccato dover impiegare gran parte della creavità per riuscire ad arrivare a fine mese... però non mollo [ancora per un pò]

mistral ha detto...

la gastrite creativa fa tutt'un altro gorgoglìo.. (se non si può più credere nemmeno nel creativo è la fine, dammi retta.. un post adorabile).. sorriso.. m.

la Volpe ha detto...

hmm lo scienziato per te è un lavoro creativo o no?

se non lo è, si vede che non sai quanta "creatività" usino gli scienziati :D

paola ha detto...

e poi ci sono quelli che dovrebbero fare un lavoro creativo, ma non sanno da che parte cominciare, ma dato che sono molto ben supportati, o conosciuti, o paraculati, producono delle robe orrende, però molto ben retribuite, perchè è difficile valutare la creatività, la sostanza delle idee, oppure spesso succede che chi tiene i cordoni della borsa non abbia idea di che cosa sia la creatività. A volte la creatività non paga. Tutto ciò può aumentare la gastrite.

SCIUSCIA ha detto...

Io faccio un lavoro creativo.

Ma, del resto, Goebbels pensava la stessa cosa.

Del mio lavoro.

Canemacchina ha detto...

un certo Henry Thoreau si pronunciò riguardo il campare con l'essere creativo, con l'essere artisti, nella fattispecie "scrittori"...
non saresti d'accordo con lui ;-)

Arcureo ha detto...

Il problema è che tu fai un lavoro creativo, ma gli altri pensano che tu te la stia spassando (e che in fondo in fondo un po' non fai un cazzo)

Calzino Genuino ha detto...

Teodor: non mollare eh, teniamo duro! [Ancora per un pò] ;)

Mistral: grazie! La mia gastrite, comunque, ormai dai gorgoglii è passata ai tuoni e saette. E via di gastroprotettori...

Volpe: e così sei uno scienziato? Di che? Alchimie grammaticali? Dai curiosa io!

Paola: non so se esistano creativi puri. So solo che ci deve essere passione e volontà. Di certo i paraculati, però, andrebbero un pò soppressi!

Sciuscia: sarebbe?

Canemacchina: sarebbe?

Arcureo: agli "altri" che pensano così vorrei che si mettessero nei miei panni. Vorrei che si trovassero qualche giorno prima di una gara creativa, con l'ansia di trovare l'idea del secolo,il guizzo geniale, la campagna mai vista, ecc ecc. Poi che sia un lavoro effimero sono d'accordo, ma semplice non è.

SCIUSCIA ha detto...

Geometra. Progetto palazzi, strade, roba che si costruisce. Ma con che creatività!

No, non è vero, in realtà gestisco un'agenzia di onoranze funebri. Ma con che creatività!

Calzino Genuino ha detto...

Sciu: secondo me te sei la reincarnazione di Lucignolo e vivi nel paese dei Balocchi. Dai, ammettilo.

Dekker ha detto...

Alzo la mano.
E' faticoso ad ogni gradino della scala, ma dormire aiuta, i compiti migliori si preparano a occhi chiusi, o in un batter d'occhio.

la Volpe ha detto...

faccio un lavoro per il quale sono stato accusato di essere un nazista, un agente della CIA e un disinformatore pagato dagli americani

Gary Coopo ha detto...

vieni avanti creativo!
hanno fatto più danni alla società i creativi che le guerre (anche io sono uno di quelli)

extramamma ha detto...

Bisogna tener duro nel creativo, se no diventi cattivo. Infatti in giro è pieno di gente perfida :-(
Cmq hai ragione è spesso una sofferenza e anche un lusso purtroppo!

Non sono quella che pensi, è un caso di ominimia, ciao p

idefix973 ha detto...

son d'accordo, fa venire la gastrite. Ma sempre meglio che lavorare...

Calzino Genuino ha detto...

Volpe: mi devo preoccupare di averti come lettore?? Paura io!

Gary: il bello è che hai ragione.

Idefix: fai l'ironico?!?!? :P

sara ha detto...

cara Calzino , fare un lavoro creativo è bellissima, ma che fre quando il tuo capo il più delle volte non apprezza la tua vena creativa? ; )

Alberto ha detto...

E' che voi creativi dovete avere l'ispirazione a comando. Come dire, domani devo innamorami. E poi non ti innamori, e poi ti viene la gastrite.

arthur ha detto...

Interessante come teoria, sarà per questo che mi è venuta, no la gastrite, ma l'ulcera?

Rifaccio un giro... Ciao!

Elle ha detto...

Io sono una di quelle che la creatività non la frequenta per professione, ma solo per istinto, per passione e che ogni tanto vorrebbe poter invertire il senso di marcia.
Ma anche no.
Perché hai ragione tu: creativo è faticoso, richiede un sempre che non so se saprei davvero garantire. La creatività a comando, uhm... difficile da mantenere.
Mi ispira di più la creatività free lance, soprattutto per il free.