02 apr 2010

Cuba


Bisogna esserci stati per capire cos’è.

Addormentarsi con la voce impastata di Fidel ogni sera alla televisione, i colori delle case, i volti pacifici e segnati dal sole, le tessere per avere la porzione di cibo della settimana. E’ vero, brandelli di comunismo. Giusto o sbagliato? Però lì nessuno muore di fame, assicurato. L’istruzione funziona a meraviglia. Cose belle, cose brutte. Libertà di pensiero e di parola, poca.


Però c’è la musica, ovunque.

Trafigge, impregna, devasta. Bambini e vecchi decrepiti, tutti hanno in mano uno strumento, tutti ti fanno ballare, per le strade, nei locali, sulla spiaggia. I sapori sono veri, ti sembra di mangiare per la prima volta. I mercati, le vecchie macchine americane degli anni ’60, che ti chiedi come cazzo fanno a camminare ancora. L’aria, il colore del mare, il verde delle foglie degli alberi, che un verde così non l’hai visto mai.

E poi Santa Clara, Ernesto Guevara e il suo Mausoleo, la rivoluzione, la politica, i sogni. Cuba è una lama.





18 commenti:

Daria ha detto...

Calzino con questo post mi uccidi. Ne scrissi anche io uno tempo fa (uno dei miei primi post).
Condivido tutto. E' una festa bellissima, un'atmosfera magica, un'allegria che contagia, una musica senza fine, un sorriso che ti avvolge.
Cuba è bella da fare male.
Mi ha toccato dentro come nessun posto al mondo.
A Santa Clara sono stata tutto il tempo con i brividi lungo la schiena e il nodo alla gola. E mi viene anche ora se ci penso.
Amo Cuba con tutta me stessa. E questa estate sarò nuovamente a passeggiare sul Malecon.

Chica ha detto...

..e il Malecon è uno dei lungomare più belli al mondo...mi chiedo, s enoi con la nostra "democrazia" e (finta) opulenza stiamo meglio...è un pensiero non retorico e neanche politico...non ho vissuto la loro realtà, non saprei, davvero, come potrei viverci, vedo solo che noi che abbiamo "TUTTO" non siamo felici....

manina futura ha detto...

Tutto vero, Cuba è turisticamente piacevole e attraente, ma per obiettività occorre anche aggiungere che a Cuba mancano ancora alcuni diritti umani fondamentali, come la libertà di espressione, punita con carcere o fucilazione.

Calzino ha detto...

Daria: come ti invidio, tu ritorni... sono felice per te!

Chica: non saprei. Come ho scritto ci sono cose belle e brutte. Anche molto brutte. Però ragazzi, è comunque un mondo meraviglioso.

Manina: se hai letto bene il mio post capisci che sono assolutamente d'accordo con te, purtroppo.

Daria ha detto...

che siano negati alcuni diritti fondamentali non c'è dubbio (per esempio l'uso del cellulare è stato introdotto da Raul recentemente...e sembra una cosa davvero fuori dal mondo...)
...anche se occore stare attenti, perchè molte cose vengono travisate dall'informazione occidentale..per quanto riguarda la recente morte del dissedente Orlando Zapata x esempio, vi invito a leggere l'articolo sul blog http://vivacubalibera.blogspot.com/
diciamo che quello che ci dicono non è sempre proprio la realtà dei fatti...

è un'isola contraddittoria ma densa di storia e passione...
mi fermo qui perchè potrei continuare all'infinto e mi bannereste ;)

dilaudid ha detto...

se ti accontenti di apicella siamo più o meno allo stesso livello

Calzino ha detto...

Dil: su, fa' uno sforzo, cogli la poesia di tutto questo! arido!

manina futura ha detto...

Calzino, lo avevo letto bene il post :-) e la mia era solo un'integrazione. Penso che sia una buona attività quella di non fermarsi solo davanti ai palinsesti colorati, ma provare sempre a girarci attorno, anche per vedere cosa c'è dall'altra parte. A quel punto si può decidere e scegliere, ma almeno la scelta è consapevole.

Daria, ho letto e personalmente sono dell'idea che qualunque precedente penale possa avere una persona questo non sia argomento valido a giustificare una morte in carcere. Condanne fino a vent'anni e pena di morte per reati di "opinione" o "contro la moralità", sono previste e applicate perchè scritte nella Costituzione e nel Codice Penale cubani, ironizzare sui diritti umani non è una buona cosa.

Calzino ha detto...

Manina: il mio voleva essere semplicemente un inno alla bellezza di Cuba. La politica e le questioni più taglienti (perchè Cuba, comunque, è una lama) volevo lasciarle fuori.
Questo post è un esteta. Punto :)

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

mai stato. ma andarci dev'essere sicuramente una grande experience..

manina futura ha detto...

Ho capito, l'ho riportato sulla terra mentre tu lo avevi sistemato per bene in un cielo splendidamente celeste, tra le nuvole, i sogni e le speranze.

Mi ritiro nell'angolino.

biondatinta ha detto...

hai visto "Habana blues"?
se non l'hai fatto, non perdertelo: è Cuba come l'hai descritta tu in molte parti del tuo post.
Spero di poter andarci un giorno a Cuba...
Ciao calzino! e Buona Pasqua!

Simona ha detto...

Un saluto veloce per augurarti Buona Pasquaaaaa!!!!!!
Bacio!
piesse: non sono mai stata a Cuba :-)

Daria ha detto...

io non credo proprio di aver ironizzato sui diritti umani...non mi permetterei mai. Mi spiace solo che l'informazione che ci arriva è sempre pronta a condannare un Paese sicuramente con i suoi limiti, ma che lotta per non piegarsi al volere di chi comanda. calzino il tuo post è molto bello, prendiamolo come tale! grazie perchè ricordare certe emozioni mi piace sempre!

Queen B ha detto...

Mai stata, è uno dei posti dove prima o poi andrò
la tua descrizione mi ha toccato

buona Pasqua cara :)

Calzino ha detto...

Manina: sei matto? qui c'è libertà di espressione assoluta! volevo solo farti capire l'intento di questo post.

Bionda: ancora no, ma è tanto che vorrei vederlo. mi hai convinto :)

Daria: tranquilla, ho apprezzato molto tutti i tuoi interventi...

Queen: auguri di cuore anche a te!

SCIUSCIA ha detto...

Ok, ma le cubane? E' vera la leggenda che a Cuba c'è da fare di più per una donna che per un uomo?

la Volpe ha detto...

la mia aridità mi impedisce di concepire le zone del mondo sotto i 30° di latitudine

ps: parola di verifica "maling", che in norvegese può significare vernice o quadro