17 mag 2010

Momento down

Arriva senza dire niente.
Lo fa da maleducata e sprovveduta. E non sai perché: forse è il ciclo mestruale, forse una sensibilità così verace da cancellare molte difese, forse sono le persone attorno a me che capisco solo a rate.
È la malinconia. Che si inietta nella pelle, trasuda dai pensieri, ti cola lungo il collo.
Respiro sorridendo e penso che anche lei ci vuole nella vita. Puzza di paura putrescente, la schiaccerei volentieri contro il muro dei miei mille non conclusi pensierini.
Eppure c'è e quando arriva la tengo stretta, ‘sta stronza amica mia.

23 commenti:

SCIUSCIA ha detto...

No no, è il ciclo.

sospesanelviola ha detto...

è davvero stronza, però a volte è l'unica compagna affidabile.

lastregadiportobello ha detto...

Spero che il momento down si trasformi presto in momento UP!!!!
Un abbraccio.

elena quella di londra ha detto...

E' carenza di magnesio. Forse anche potassio.

Wera ha detto...

ah, la malinconia... o come la chiamo più spesso io, citando altri, la malinconoia...

brutta roba quando ti prende... ma a volte è davvero necessaria

biondatinta ha detto...

serve per far da contrasto ai momenti migliori 'chè sennò non sarebbero così migliori...
un abbraccio!

Daria ha detto...

a volte serve anche quella...basta che non prenda il sopravvento..

Gary Coopo ha detto...

l'assenza di questi stati in te cominciava a preoccuparmi .. adesso so che hai qualcosa di umano anche tu

Segreti Inconfessabili [ di una mente culinaria ] ha detto...

ci vorrebero una birretta e quattro bei rutti...
passa tuto fidati :)

Angela ha detto...

forse basta accettarla e magari "cortesemente", dopo un po', invitarla ad andarsene.

Calzino ha detto...

Gary: mi fa veramente ridere il tuo commento... se solo mi conoscessi sapresti che sono la persona più malinconia, paranoica e ansiolitica della terra. E' che dissimulo bene.

Segreti inconfessabili: buuuuurp! gran commento :)

Gary Coopo ha detto...

questo lo si deduceva dalle tue frequentazioni musicali, letterarie e mediatiche, ma non ti eri ancora lasciata andare qua :) e lo sai che noi vogliamo vedere il sangue, il sudore e le lacrime

la Volpe ha detto...

@calzino

La serenità è uno scalo notturno nel viaggio sull'oceano della frustrazione.

Un abbraccio (gli auguri te li ho fatti nell'altro post, in ritardo...)

Dira ha detto...

E' vero, ogni tanto ci prende il "mal di vivere". Ma, come dicevo qualche tempo fa, poi passa. (E menomale)

Simona ha detto...

Tesò, è il ciclo. Io in fase premestruale potrei uccidere qualcuno,e se sono in vena nascondo anche il corpo. Vai trà!

Andrea Cobain ha detto...

eh. vale come per i nemici. quando li conosci bene, vanno tenuti stretti.

Prescia ha detto...

ti capisco non sai quanto.... ;)

Arcureo ha detto...

@ Volpe:
"La serenità è uno scalo notturno nel viaggio sull'oceano della frustrazione."
...ma è roba tua, questa? Ma che cosa sei, EMO?!?! ^__^

Calzino ha detto...

Arcureo: mi fai spanzare :)

Micaela ha detto...

ciao Calzino e grazie per la visita.. mi dispiace per questo momento un pò così.. spero che passi al più presto!

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

capita anche a chi non ha il ciclo :)

la Volpe ha detto...

non sono emo, sono triste :)

cumino ha detto...

Ah, se ti capisco. E tutti i discorsi razionali che mi faccio per cercare di sopravvivere non hanno esito alcuno. Basta aspettare che passi. Ciao, hai un bel blog!