05 lug 2010

Ricette

Vorrei essere così e colà, fare e disfare, bianco e nero.
E invece non si può, e invece non si deve. Non si può essere l’incastro perfetto di ogni cosa, l’illuminazione giusta di ogni angolo, la colonna sonora di ogni attimo, il bastone fermo di ogni zoppo.
Ecco, insomma, se qualcuno ha la ricetta del “Menefreghismo al forno con contorno di chissenefrega in fricassea” è pregato di lasciare un commento.
Che Calzino è stanca di star dietro alle sue auto-aspettative del cazzo.

16 commenti:

Ruz ha detto...

Calzi? cos'è successo?

questo è un commento “Menefreghismo al forno con contorno di chissenefrega in fricassea” per il semplice fatto che non c'è modo, purtroppo, di soddisfare a pieno le aspettative tue o degli altri.

inevitabili sono gli errori, inevitabile è il compromesso, inevitabili le scelte.

porto una damigiana di sangiovese ad imola dai

Andrea Cobain ha detto...

massì, Calzì... tanto le cose vanno a posto da sole. Tu mettiti seduta e suona un po' il basso.
vedrai che andrà meglio...

Arcureo ha detto...

Massì guarda che almeno sono aspettative tue... se fossero addirittura aspettative altrui avresti pure da fare i conti con gente che viene a romperti i maroni e a chiederti il conto...

Calzino ha detto...

che belli che siete, amici miei di blog.
...che noi ci vogliamo proprio bene a prescindere, vero?

Calzino ha detto...

ah ruz, quindi imola? =P

Gary Coopo ha detto...

non vorrei stroncare le tue speranze, ma io alla mia veneranda età ancora non ci sono riuscito a trovare sta ricetta

Calzino ha detto...

gherì, ecco... mi mancava il tuo pessimismo cosmico.
ma dai, in realtà ce la possiamo fare...

Andrea Cobain ha detto...

mo' chi cazz'è Prescindere?
Un'altra amica tua?

amnesialemon ha detto...

Ho una ricetta: "Non ci sono ricette". V I V I e basta.

Ellys...o meglio Martina ha detto...

mmm...ti capisco, non sai quanto. Anche io vorrei essere tante tante cose e alla fine invece rimango sempre bloccata in questa vita che non mi piace, purtroppo.

il Russo ha detto...

Calzino ti prego, se la trovi dammi quella maledetta ricetta perchè anch'io non ne posso più d'aspettare...

Anonimo ha detto...

calzino, io sono uno che fa male agli altri, ma il male che si fa colpisce sempre anche chi lo fa. il menefreghismo non esiste, noi si soffre il doppio. un abbraccio forte. non ho il coraggio di firmarmi.

dilaudid ha detto...

ieri in autostrada si è rovesciato un camion che trasportava 2milioni di euro in monetine
ricorda, nulla succede per caso

Chica ha detto...

la ricetta? dei vaffanculo assestati al punto giusto con in mano una clava....qualche testa rotta e tutto si sistema..:-)

te vojoooooooo bbbbeeeeeeeeeeeneeeeeeeeeeeee...:D

Mao ha detto...

Sarebbe troppo bello avere una ricetta per diventare menefreghisti, l'avrei adottata pure io. Magari iniziando a vivere un pochino di piu alla giornata si vive meglio. Le aspettative fanno parte di noi e a volte appoggiare i piedi per terra e essere piu realisti, aiuta. Buona giornata, Mao

Simona ha detto...

Che ne diresti di ungerti, ungerti e ungerti ancora ?!?
Proprio così, una mega doccia di lubrificante e tutto passa!
Beh...io a dir la verità ci ho provato...ma devo dire che non è molto rilassante,NON TI PUOI DISTRARRE UN ATTIMO...!
Alla fine ho capito che l'unguento ottenuto con testicoli di "menefrego" e ali di "chisseneimporta", unge ma non cambia la personalità!
Rassegnati tesoro, un'anima sensibile non ha speranze!