19 ago 2010

La carta

Ho iniziato a leggere libri sul mio primo e-book reader.
Si chiama Pruk, perchè io do un nome a tutto.
E' maneggevole, delicato, comodo, frivoletto, usabilissimo.

Ma quando prendo in mano un libro vero e sento la carta sotto le dita, ecco, mi emoziono e penso che l'inchiostro digitale sarà sempre il numero due.

Povero Pruk.

23 commenti:

MadiS ha detto...

Concordo. Niente sostituirà mai un libro 'vero'. L'odore della carta, il colore dell'inchiostro... ti entrano dentro. E diventano parte stessa del libro!

Liquirizia ha detto...

dio mio quanto hai ragione!

D'Aria ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
D'Aria ha detto...

Bello è bello questo Pruk però...la carta è sempre la carta...

Calzino ha detto...

già già già...

SCIUSCIA ha detto...

Diavolerie moderne.

toupie ha detto...

è vero, sfogliare le pagine di un libro "vero" è sempre un piacere unico.

la Volpe ha detto...

Finalmente ti ho aggiunto al mio blogroll! :)

Archimede mancato Pitagorico ha detto...

sempre e solo libri veri

Ruz ha detto...

non sono totalmente contro questi nuovi mezzi per leggere e divulgare informazioni, però mi sorgono una marea di domande forse stupide:
1) come faccio a regalare un e-book?
2) mi presento ad un compleanno con una chiavina ed il bigliettino d'auguri dicendo "la chiavina rendimela il regalo è il formato pdf che trovi nella cartella "regalo per tizio"...?
3) la dedica ad inizio del libro? non vorrai mica regalare un libro senza averci scritto qualcosa sopra?

help me

p.s. ma si collega pure ad internette?
p.p.s. ma dove l'hai comprato?

sospesanelviola ha detto...

non tradirò mai la carta...i libri sono una mia passione e ho cominciato a comprarli da piccola sognando di farci un giorno una parete intera...quindi credo che l'e-book non entrerà mai a far parte della mia vita!:)))

elena quella di londra ha detto...

i-luddisti

Calzino ha detto...

Ruz: buone domande. Non saprei. prima fammici giocare un po' poi ti riferirò...

balpa ha detto...

non c'è paragone. carta vs coso tecnologico 1 a zero. :)

Heidi ha detto...

Condivido Calzi, la carta, l'odore del nuovo e del vecchiotto...insomma il libro è insostituibile anche se devo dire che ho scoperto gli audio libri, ne ho tantissimi e quando viaggio o sono sull'autobus, metto le cuffie e via, è una sensazione bellissima farsi leggere un libro perchè guardando il cielo o passeggiando hai l'impressione di immaginare meglio la storia. E inoltra, si crea qualcosa di magico, esisti solo tu e chi legge.
IMPORTANTE: non ascoltate libri strappa lacrime perchè la gente potrebbe guardarvi male ed inoltre scegliete libri in cui il sesso di chi legge corrisponda al sesso del protagonista. Ovviamente è solo un consiglio!
A presto,
Heidi

Calzino ha detto...

Heidi: anche il mio ragazzo adora gli audiolibri... credo che presto ne ascolterò qualcuno anche io. Grazie dei consigli :)

amnesialemon ha detto...

Sono rimasta alla carta, ma qualche volta puzza, allora ho un metodo i segnalibri profumosi :) Tecnologico?Solo se lo scritto è breve. Si sa dopo un po' stanca.

Mauro N. Battaglia ha detto...

mumhhhhhhh...sono scettico riguardo questo...non fosse altro che ho sempre adorato una libreria a 4 pareti a casa mia e tutta la "storia" che c'è dietro e dentro un libro su una mensola...toccare la copertina, sfogliare di tanto in tanto qualche pagina...ritorvarci qualcosa e rileggerli dopo anni....mumh....sono della vecchia generazione sicuramente.

sara ha detto...

io penso che davvero non ce la posso fare a sostituire i libri di carta...il progresso questa volta non mi avrà!

Andrea Cobain ha detto...

I pledge to Read the Printed Word!

Ellys...o meglio Martina ha detto...

Quanto è vero...in un libro gioca un importante ruolo il tatto ma anche l'odore non è da sottovalutare...

Queen B ♛ ha detto...

mhm, sono all'antica, anche io preferisco il cartaceo :*

Temporala ha detto...

Anche io do nomi a tutto :) nessuno è solo :)