27 set 2010

Confronti

C'è chi è un genio a scrivere, chi a fare foto, chi a suonare il basso, chi a cucinare, chi a fissare i pensieri in un blog come se avesse vomitato certezze da quando è nato.
E io, di fronte a quelle che considero perfezioni, mi sento l'eterna seconda, l'infinitamente mediocre, la palesemente signorina . Bravina ina ina a fare tutto, mai eccelsa in nulla.

Il problema è il mio senso di profondità.
Come disse il mio caro ex collega P.: "Fede, hai la capacità di approfondimento di un gibbone africano".
Stoccate che non si dimenticano.

29 commenti:

siberia ha detto...

simpatico il tuo ex-collega..
se ti può consolare, non sei la sola a sentirsi così. ma sai che ti dico? da quando ho smesso di fare confronti tra me e gli altri corro molto più veloce :)

Temporala ha detto...

carino il gibbone ^_^

La Segretari@ Imperfetta ha detto...

hai avuto un ex collega quasi piu acido della mia...????????????????
lo vedi che in qualcosa sei la prima....!?!?

la Volpe ha detto...

oh be', l'eterno dilemma tra poliedria e specializzazione...

Andrea ha detto...

Buonasera calzino, salve! Ma sa che a volte pure io penso di essere un eterno secondo? No bueno! Poi vedo la foto del simpatico gibbone e mi rendo conto che quando dormo poco e ho le occhiaie, colore della pelle a parte, gli somiglio pure! Siamo uguali... No bueno ancora! Leggere questo post avrebbe potuto farmi malissimo, ma mi ha fatto pensare che alle persone più importanti che conosco piaccio così come sono :)
Anche se son bravo a fare tutto ma non sono un genio in niente.
Ciao :)

la Volpe ha detto...

ps: vomitare certezze non solo non suona bene ma è una pessima cosa

Arcureo ha detto...

So perfettamente cosa intendi. Sono reduce da una jam session in cui mi sono reso conto che è un po' troppo che non frequento jam sessions. È che devo studiare per fare gli ultimi esami al conservatroio. Per cui mi dico "adesso basta cazzeggiare in giro a concerti che si torna a ore straore e il giorno dopo non studio un cazzo!". Poi capita il concerto (perché capita) e mi faccio fastidio da solo.
Allora mi dico, eh no devo suonare di più, ma poi alla prima mazzata al conservatorio (esercizi che vengono da culo, arrangiamenti che non girano, perché non ho preparato un cazzo) riprendo col "basta suonare in giro che..." eccetera eccetera.
Mi sento sempre, costantemente impegnato sul fronte sbagliato, sempre non abbastanza all'altezza.
I know
I fucking know.

MadiS ha detto...

Ma sai quant'è difficile essere bravini in tutto? Cioè, è molto complicato! Io ti invidio! Essere in grado di cavartela in diverse situazioni ti apre un sacco di porte!
E poi, il gibbone africano è stupendissimo!

Aitor ha detto...

se potessero parlare magari i GIBBONI si dimostrano molto intelligenti... che ne sa il tuo ex collega ?

su su non ti curar di loro ma ...

Ellys...o meglio Martina ha detto...

A mio parere sembri invece uan persona profonda e simpatica e il tuo blog è uno dei migliori che abbia mai letto. Non ti buttare giù e manda a quel paese il tuo ex collega! ;)

D'Aria ha detto...

ti capisco Calzino. Anche a me sembra di non eccellere in nulla...quando sono di pessimo mi pesa parecchio...quando invece sono di buon umore, penso che con un po' di impegno sono brava pure io ;)

elena quella di londra ha detto...

Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà
come in cielo così in terra.
Dacci oggi
il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo
ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.
Amen

Calzino ha detto...

Volpe: mi chiedevo... c'è qualcosa che scrivo che incontra i tuoi gusti? così eh.

Elena londinese: dì la verita, hai fatto un copia/incolla dal web.
e comunque: stai cercando di espiare le mie puttanate?

elena ha detto...

beati i dilettanti sempre secondi perché saranno dei professionisti premiati e sempre in cima alla scala sociale.
amen

Calzino ha detto...

Sorella Elena: allora la mia scala dev'essere quella di Escher, o roba simile

amnesialemon ha detto...

A me sta simpatico il Gibbone a prescindere, anche se non ho mi avuto il piacere di incontrarlo!:)

elena quella di londra ha detto...

perle dalla blogosfera:
"a colei che si sente vittima, auguro di trovare presto un carnefice"

calzino, per stare alle regole di codesta religione (qualunque essa sia) devi morire affinché la scala sia dritta. l'importante è darsi delle gran legnate sui denti in questa vita. anche se non serve a nessuno e a niente.

e adesso scusa, ma vado a fare la mediocre. c'è chi apprezza. non devo essere necessariamente io.

Calzino ha detto...

Elena, prima o poi dovrò conoscerti. Nella mia mediocre leggerezza banale so che ti annoierò a morte, e in quel caso la scala tornerà dritta. Io però mi divertirò moltissimo. Beata tu e la tua profondità d'animo. Te la invidio

elena quella di londra ha detto...

la mia non è profondità. è distanza. credo almeno 20 anni più di te di distanza dal battesimo (reale o sociale, fa poca differenza)

rinunci tu a satana? assolutamente no.

"Even though I have read a lot, I have drunk even more.
I have written much less than most people who write;
but I have drunk much more than most people who drink"
[Guy Debord]

la Volpe ha detto...

hmm, parli di gusti o parli di concetti?

io fo il puntalcazziere ma non sono cattivo! se non mi piacesse quello che scrivi perché verrei a trovarti? ci sono già abbastanza persone per cui sono molesto nella vita reale senza che ci sia bisogno di molestare persone anche nella blogosfera ;)

la mia obiezione sul "vomitare certezze" era più una domanda: non mi pare che scrivendo "vomitare certezze" tu voglia connotare questo fatto con un significato positivo, tant'è che sto lavorando su un prossimo post, da te ispiratomi, chiamato, appunto, "vomitare certezze". non ha importanza condividere o meno certe idee, mentre fa indubbiamente piacere trovare persone che fanno agitare, frizzare e schiumare quelle che si hanno nella testolina, quando non mettertene di nuove nuove.

quando torno a modena faccio una festa con amici ed amiche, venite a trovarmi tu e il tuo fidanzato? mi porto anche arcureo così se non faccio il bravo mi mena col contrabbasso.

la Volpe ha detto...

e poi lo sai che il mio è un ruolo... faccio così su tutti i blog :p

pax vobiscum, caligula! :p

la Volpe ha detto...

se tu scrivessi la cosa più bella del mondo e ti sfuggisse una lettera io parlerei solo di quella lettera. sono un povero di spirito :(

ancora: mi cospargo il capino di cenere.

Calzino ha detto...

Volpetta mia: ti voglio seriamente bene, se si può volere bene a delle parole. Continua a passare di qui a rompere le balle, ho bisogno del tuo contributo... mi fa stare bene, lo considero molto prezioso.
Per la festa ci sono, anzi non vedo l'ora. E un bel crucchetto in testa non te lo leva nessuno :)

Ukiyoe ha detto...

Ci pensavo oggi anch'io a queste cose...
Vedi, gibbone o non gibbone, sei una brava sensitiva secondo me...

Dira ha detto...

Mannò Calzina non ti buttare giù, io ho scoperto che essere mediocri è una cosa assolutamente fantastica! (Eccetto per i primi momenti di frustrazione e di bruciore al sederino, quelli fanno maluccio eccome)

Lorenzo ha detto...

Beati i secondi!

la Volpe ha detto...

allora ti lascio un altro pensiero: non è male essere secondi in tutto quando c'è chi è a mala pena penultimo in una sola cosa ^^

Giovanna ha detto...

Se sei nata forchetta in un mondo di zuppe, l'unica è lasciare le zuppe nel loro brodo, immagine invero calzante, e dirigersi senza remore verso un mondo di bucatini, di paccheri o di polpette. Non sei tu il problema, è la pietra di paragone che è inadeguata a farti risaltare nella tua sublime unicità.

balpa ha detto...

beh, non si può mica dar credito a tutti.