05 dic 2011

Non profit polare

Lavorando ora nel mondo del non profit cerco di studiare tutto lo scibile sull'argomento.
Tipo che in Alaska c'è una non profit organization per la prevenzione del suicidio.
Cioè, il suicidio, capito? Sarà colpa del freddo e dell'isolamento geografico, ma che tristezza pensare che in certi luoghi questi problemi sono tangibili e all'ordine del giorno. Come in Emilia la prevenzione dell'ipercolesterolemia.

In Alaska la gente è più triste?
Io l'ho sempre detto che bisognerebbe vivere ai caraibi con le pinne, fucile ed occhiali.

14 commenti:

Giovy ha detto...

Diciamo che il sole aiuta la felicità dato che stimola la serotonina! :)
E' l'annoso problema dei paesi nordici... ma io ci andrei a vivere subito!

Calzino ha detto...

No giovy al nord mai!!! Piuttosto il più a sud possibile :)

Isabel ha detto...

avevo letto da qualche parte che in posti come paesi scandinavi e alaska c'è il più alto tasso di suicidi. sarà che sono abituata al clima "temperato" della pianura, però il non vedere il sole per troppo tempo non mi turberebbe così tanto

Giovy ha detto...

Io sono stata in giro per la Scandinavia durante l'estate ed era un sogno. Certo non è facile pensare ad una notte totale durante i mesi invernali. Però il mio cuore dice Nord. Sempre. :-) (anche se all'uni ho fatto storia dell'america latina... strana la vita)

Anonimo ha detto...

Kodiak forever

Insight ha detto...

mah, ci sono manifesti dello stesso tono anche in giro per Trieste.
Sarà l'atmosfera natalizia.

Anonimo ha detto...

Hmm, io più a sud di 30° non ci andrei mai a vivere... Ho dubbi persino sul fatto che possa andarci in vacanza...

Volpe

gap ha detto...

il freddo va bene per gli orsi, mica per gli umani. io, per me, vivrei in un posto dove non devi mai togliere le infradito.

Calzino ha detto...

Insight, davvero? abbiamo l'artide anche in italia.

Volpe, sei la solita palletta.

Anonimo, chi sei?

Gap, si... dillo anche a Volpe, va.

Insight ha detto...

Beh, Trieste può essere fredda quando tira bora.
Nel dubbio, aspettando orsi bianchi che non verranno, Comune ed ASL pubblicizzano un numero verde antisuicidio.
Buon Natale.

Mari da solcare ha detto...

Sei splendida, Calzino. Dici cose a 100 metri di profondità con una levità calviniana... In Italia, fonderei una no profit per contrastare l'elevatissimo tasso di suicidi nelle carceri. Nonostante la latitudine temperata, lì dentro c'è un freddo incredibile...

Calzino ha detto...

Mari cara, grazie. Mi fa piacere che noti questa cosa. Non sono solo "frivolezze".

ventopiumoso ha detto...

è un po' un luogo comune che in scandinavia il tasso di suicidi è più alto. forse era così una volta, non ora, c'è pure la lista su wikipedia, eh!

d'estate è luminosissima e poi anche in inverno, se non sei troppo a nord, non è così drammatico. basta abituarsi al buio delle 3 di pomeriggio alle latitudini di uppsala..

la luce poi, madonnina la luce del nord quanto è bella! è una questione di inclinazione e cieli tersi e orsi polari e calzamaglie scucite.

eh sì sì.

MichiVolo ha detto...

ho letto tanto tempo fa dell'esistenza di questo problema nei paesi nordici come Norvegia, Svezia, Finlandia...non sai che tristezza mi è venuta!sono contenta che per fortuna ci sono delle organizzazioni che si occupano di questi problemi!

ps. per fortuna io abito al sud e anche vicino al mare! ;)