17 apr 2013

Bugie

Io qualche bugia a fin di bene la racconto.
Bugie bianche, le chiamano?
Io più che bianche le chiamerei colorate. Arcobaleno di benessere.
E' giusto? E' sbagliato?
Non ditemi che siete tutti sinceri sinceri, sempre.
Non vi credo.

Precisazione: ma l'omissione è da considerarsi una bugia?

16 commenti:

Patalice ha detto...

si l'omissione è una bugia, ma la si può raccontare.
l'importante è non raccontarsela!

Olivia ha detto...

Ecco l'omissione mi mette in difficoltà.
Dire una bugia significa dire qualcosa che non corrisponde alla verità. Se ometti, stai dicendo proprio nulla quindi in teoria dovresti essere salva. :)
E sì, anche io racconto le bugie. Colorate :)

riccardo ha detto...

No, l'omissione non è da considerarsi bugia.
Nondimeno, anche l'omissione può avere conseguenze negative.
Il tema è però molto interessante.
Kant diceva che per non distruggere "l'universalità della legge", non avevamo il diritto di mentire... neanche se una nostra bugia avrebbe potuto salvare uno dal suo assassino...
Tesi piuttosto delirante, direi!
Coi bambini si può omettere o presentare la verità in forma emh... diluita, per es. quando si tratta di sesso, violenza, Inferno ecc.
L'importante è non negare del tutto la verità.
Ai popoli, che non sono bambini, bisogna dire la verità sempre; cosa questa che i banchieri, i boss dell'alta finanza, molti politici ecc. non fanno mai...
Ciao!

La Princess S. ha detto...

Bella domanda. Non è una bugia ma ci aspira. Io le bugie le dico spesso e spesso ometto. A fin di bene... beh bisognerebbe capire bene per chi :)

Calzino ha detto...

Patalice, ma sai che hai ragione! Io ogni tanto tendo a farlo anche con me. Cagasottoooo!!! :D

Olivia, meno male.. sono in buona compgnia!

Riccardo, Kant era ovviamente folle. Quante tragedie, se fossimo sempre costretti a dire la verità.

Princess, bene per tutti, di riflesso!

bussola ha detto...

no le omissioni non sono bugie... son distrazioni :)

Giovy Malfiori ha detto...

L'omissione secondo me non è una bugia.
Quello che ho imparato è che senza bugie si vive molto meglio

Marta P. ha detto...

l'omissione non è bugia solo se la racconto io, altrimenti lo è a tutti gli effetti ;)

MadiS ha detto...

l'omissione è peggio di una bugia... almeno secondo me.

Mafalda funambola ha detto...

Ciao. Volevo informarti che ho reso privato il mio blog. Se hai il piacere di continuare a seguirmi, puoi inviarmi una mail con il tuo indirizzo Gmail al mio xraggiodisolex82x@libero.it :) facendo riferimento al tuo blog in modo da poterti inviare, se vuoi, l'invito. Grazie. :*

Mafalda funambola ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Eta ha detto...

Tu sei una cosa tenera, sai?
A parlare così di bugie. :)
Si capisce che davvero, evidentemente, dici quelle lì piccine e tranquille.
Io però ho il naso lungo mica per niente, ho una certa esperienza, a riguardo, per cui ora amo la verità con molta serietà.
Tento di non dire più assolutamente alcuna bugia, né omissione (che, no, non è una bugia, ma comunque allontana dalla verità – se vuoi poi criticare, devi sapere qual è l'intenzione).

ventopiumoso ha detto...

beh ma sì certo che si raccontano (le bugie bianche, buffo, anche in svedese si chiamano così) e che non si raccontano (le omissioni, appunto) :)

Mari da solcare ha detto...

Di' tutta la verità ma dilla obliqua
Il successo sta in un Circuito
Troppo brillante per la nostra malferma Delizia
La superba sorpresa della Verità
Come un Fulmine ai Bambini chiarito
Con tenere spiegazioni
La Verità deve abbagliare gradualmente
O tutti sarebbero ciechi. Emily Dickinson. Un abbraccio

Eta ha detto...

Wow.
Per Emily.
Ringrazio.

MichiVolo ha detto...

io l'omissione l'ho sempre considerata riservatezza...e poi sì, io racconto un sacco di bugie. Alcune a fin di bene, altre sono semplicemente cose che (purtroppo) non voglio ammettere a me stessa!