04 gen 2011

Notturna

è la mia angoscia.
Devo avere un sensore nascosto da qualche parte, che si incastra tra sogni e fase rem, e mi fa spalancare gli occhi nel cuore della notte. Poi lì, stretta nel mio intrigo di lenzuola, spero che la tachicardia lasci il posto alla solita monotonia ritmica; respiro, ascolto l'angoscia e i suoi giri di walzer; allungo la mano in cerca di certezze. La mattina l'interruttore si spegne: è tabula rasa, sorrido pensando "sei un'idiota".
Poi di nuovo ritorna la notte e, silente, lo stesso nerissimo film.
Insomma, soffro di ansia notturna e di giorno son la serenissima.
Vado a preparare i funghi surgelati.

13 commenti:

Mari da solcare ha detto...

E' incredibile come ci somigliamo...nel post"La stella cometa" (19.6.2010 in Quaderno blu: non riesco a inviare il link) scrivo praticamente le stesse tue cose.
Ti abbraccio forte forte.

ecudiélle ha detto...

mi avevi augurato un uomo che mi trombasse bene come il tuo tromba te.
ha smesso di fare il suo dovere?

Calzino ha detto...

Mari: vado a cercarmelo e lo leggo!

Ecudièlle: sei più rilassata quindi? oh, può anche essere che sia lui e si stia sdoppiando. In tal caso sarebbe davvero generoso come credo.

sospesanelviola ha detto...

a me purtroppo succede il contrario...ho crisi d'ansia nel bel mezzo della mattina (per fortuna in questi giorni no...ma ho il sentore che presto ritorneranno).
prova a razionalizzare, io ho cercato di capire qual è il problema.e dopo mi sono detta: sei un'idiota, perchè a volte si sta male per nulla.
spero tu risolva questo problema, un abbraccio

Ukiyoe ha detto...

si... forse dipende da qualche sensore nascosto... bisogna trovarlo

ventopiumoso ha detto...

contare le pecorelle non ha mai funzionato. qui si potrebbero contare i fiocchi di neve..
a me vien l'ansia quando mi occupano il bagno.. son grezzo e non aiuta, ma puo' capitare anche di sera :)
sul serio, nemmeno in due passa l'ansia? (o vivi sola?) a me un po' tranquillizza, tranne quando ronfa di brutto :O
abbrasso e buon 2011, temo di non averti ancora fatto gli auguri (o sì? miii tutto 'sto buio mi ha fatto saltar le rotelle).
ps: sei stata citata :)

Gary Coopo ha detto...

prova a rimandare le nozze, vedrai che ti passa tutto

la Volpe ha detto...

io ho cominciato a fare un sogno ricorrente: giocare a calcio

ormai oltre a pensarci di giorno, ci penso anche di notte, evidentemente

immagino che non si possano comparare le angoscie, eppure il mio ginocchio mi ossessiona, evidentemente :)

per quel che ti riguarda, sono troppo prosaico per avere buone idee. certo è che siamo una generazione dal sonno rovinato, forse perché ce la mettono tutta a prenderci i nostri sogni.

quindi ti regalo questa canzone che è il più grande inno rock di tutti i tempi.

"Don't cry
Don't raise your eye
It's only teenage wasteland"

http://www.youtube.com/watch?v=OOcjWECrT9Y&feature=fvst

un abbraccio forte e una canina leccata di mano

Calzino ha detto...

Vento, tanti cari auguri anche a te... i tuoi commenti mi fanno sempre sorridere!

Gary, colpito. Affondatissimo.

Volpetta: grazie per The Who e anche per la leccatina cagnesca. brrrrr.

elena petulia ha detto...

Ma siamo gemelle!

chiara moltoni ha detto...

Due notti fà non ti dico cosa non ho immaginato. E non è solo un'ansia sporadica. Mi succede molto spesso di essere una persona allegra di giorno e una pazza depressa di notte. Passo ore e ore con gli occhi spalancati e le idee più balzane mi tengono in ostaggio, così, di giorno, posso avere l'aspetto di un bellissimo fiore secco.
Baci

Dira ha detto...

Quindi non sono l'unica. Bene. E' che l'angoscia si intrufola tra le coperte e niente da fare, ti molla solo e se decide di farlo. Almeno la prossima notte che capita, puoi pensare che c'è qualcuno, da qualche parte, che sta lì con l'angoscia come te. :-)

mgg64 ha detto...

fatevi controllare la tiroide...e se è possibile cercate di impegnare la notte in maniera diversa...ma qui è l'invidia che parla..